Location

    Amistà33 è il nuovo grande progetto di Byblos Art Hotel Villa Amistà, gioiello dell’hotellerie di lusso, incastonato nella splendida cornice della Valpolicella, a pochi chilometri dalla famosissima Verona.

    In un contesto in cui l’arte e l’eccellenza accompagnano ogni sfumatura dell’accoglienza, Amistà33 è la nuova sfida intrapresa sul versante gastronomico, che si rivolge tanto ai raffinati ospiti internazionali dell’hotel, quanto al pubblico veronese e più in generale italiano.

    Amistà33 è il luogo in cui l’executive chef della struttura, Marco Perez, dà forma alla sua complessa quanto semplice filosofia di cucina.

    Semplice perché così lui stesso la definisce. Una cucina fatta di origini, di rispetto per la materia, di amore per la natura. Complessa, perché ricca di richiami, di tecnica, di profonda conoscenza della materia.

    Amistà è il nome storico della villa in cui si trova il Byblos Art Hotel, scegliere questo nome ha voluto dire sancire quel legame con la tradizione e le origini che nella cucina di Perez non manca mai. Ma Amistà vuol dire anche Amicizia in antico veneto, e questo nome impresso all’ingresso della villa stessa, è come un bellissimo auspicio per questo nuovo convivio.

    33 è il numero della perfezione e della maestria, un omaggio all’italianità e al made in italy, la somma delle sue cifre (6) è associata a Venere e quindi alla bellezza, ma anche al numero dei nostri sensi. Un numero legato all’elemento acqua che, per associazione energetica, aiuta a sviluppare il senso del gusto attraverso le emozioni.

    La location di Amistà33 è stata creata dal maestro Alessandro Mendini per essere un’esperienza che non coinvolge il solo gusto ma tutti i nostri sensi.